Big Data e Facility Management

“Big Data” è il termine usato per descrivere una raccolta di dati così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrapolazione di valori.
Il progressivo aumento della dimensione dei dataset è legato alla necessità di analisi su un unico insieme di dati, con l’obiettivo di estrarre informazioni aggiuntive rispetto a quelle ottenibili analizzando piccole serie, con la stessa quantità totale di dati. Ad esempio, l’analisi per sondare gli “umori” dei mercati e del commercio, e quindi del trend complessivo della società e del fiume di informazioni che viaggiano e transitano attraverso Internet.

I Big Data rappresentano anche l’interrelazione di dati provenienti potenzialmente da fonti eterogenee, quindi non solo dati strutturati, come i database, ma anche non strutturati, vale a dire immagini, email, dati GPS, informazioni provenienti dai social network. Ad oggi la mole dei dati che rientra in tale definizione è nell’ordine degli Zettabyte, ovvero miliardi di Terabyte. Si richiede dunque una potenza di calcolo parallelo e massivo con strumenti dedicati eseguiti su decine, centinaia o anche migliaia di server.

Nel Facility Management le principali informazioni gestite sono di carattere tecnico-organizzativo, energetico ed economico. A meno di patrimoni importanti, neppure con registrazione puntuale di sensoristica di campo si riesce a produrre una mole di dati pari a quella tipica dei Big Data.

Un medio progetto di Facility Management nel settore ospedaliero (edilizia tecnologicamente complessa, multi servizi agli utenti, impatto significativo della logistica e alto livello di interferenze)  genera tabelle con centinaia di migliaia di record, e in qualche caso, di qualche milione. Si tratta di poca cosa rispetto alla mole dei dati gestiti in ambito Big Data.

Tuttavia, pur in scala ridotta, anche questo campo può beneficiare di alcune tecniche di trattamento dati e dei principali algoritmi di calcolo per il Data Mining di informazioni di interesse al Facility Manager. Anche IBM in recenti eventi a promozione della propria piattaforma IA Watson ha già citato casi di uso di dati di FM per prevenire guasti a impianti (Manutenzione Predittiva).

Ci sono poi altri contesti molto promettenti che ho avviato con alcuni miei clienti per i quali sono allo studio soluzioni di Big Data/IA/Machine Learning decisamente innovative.  Se sei interessato ad approfondire queste possibilità puoi contattarmi compilando il seguente form.

5 mesi ago