Attenzione: La specializzazione distruggerà la tua carriera

Traduco volentieri questo articolo di Robbrecht van Amerongen perché centra in pieno la mia attuale convinzione circa il ritmo di evoluzione tecnologica e professionale che ci aspetta nei prossimi anni.

Negli ultimi decenni, la cosa più importante per un lavoratore professionista era la specializzazione.

La specializzazione ti differenziava dai tuoi coetanei, ti rendeva importante e ti assicurava un vantaggio competitivo nel tuo lavoro. Per esempio: un falegname era specializzato nella fabbricazione sedie a sdraio, un impiegato amministrativo era specializzato nella lavorazione di polizze di assicurazione auto e uno sviluppatore di software era specializzato nel framework Java. In quel contesto queste abilità potevano fornirti sufficiente esperienza e competenza per proteggerti dalla concorrenza di nuove persone che entravano nel mercato del lavoro.

Gli ultimi 40 anni la durata (periodo di validità) della conoscenza (tecnica aka skills) è notevolmente diminuito. Nel 1970 si poteva sopravvivere per 30 anni con la vostra conoscenza, nel 2010 questa è diminuita a 5 anni.

Gli attuali Politecnici e le Università formano gli studenti su competenze che non sono aggiornate per il momento in cui gli studenti entreranno il mercato del lavoro.

L’accelerazione della conoscenza ha un enorme impatto sul mercato del lavoro. L’adozione della nuova tecnologia è elevata e la domanda di nuove competenze ancora più in alto. Il solito processo di apprendimento graduale di nuove competenze e strumenti viene interrotto dall’improvvisa introduzione di completamente nuovi metodi e strumenti (sostituzione di parti dei sistemi esistenti). La tecnologia esistente (come per i dinosauri) diventa rapidamente obsoleta. Come il cassiere di banca è diventato ormai pressoché obsoleto con l’avvento dell’online banking e il processo di stampa su carta chimica della fotografia è stato superato con l’introduzione della fotocamera digitale. Questo tipo di figure professionali improvvisamente si rende conto di essere esperta in qualcosa per la quale non c’è più domanda. Molte delle persone che lavorano su sistemi ormai obsoleti soffrono di questa sindrome: “Super specializzazione”.

Super specializzazione: Avere una quantità enorme di conoscenze ed esperienze in una cosa specifica e privo di ogni esperienza in tutto il resto.

Gli uomini e le donne che soffrono di questa situazione professionale spesso lavorano da anni con gli stessi strumenti, processi e tecniche. Si sono completamente adattati a questo processo e hanno una vasta esperienza e conoscenza approfondita di tutto all’interno di questo micro-sistema. Basano il loro futuro sul presupposto che sono specialisti in qualcosa di molto prezioso che rimarrà lo stesso per decenni.

E ad un tratto arriva: “qualcosa di completamente diverso“.

I metodi e sistemi di lavoro tradizionali, che hanno funzionato per lungo tempo, vengono rapidamente sostituiti. Sostituiti da nuovi sistemi con un ciclo di vita più breve e una risposta agile ai cambiamenti. Le preziose competenze, le esperienze e le competenze di persone super specializzate sono improvvisamente percepiti come un brontosauro in un mondo che si è evoluto per ospitare soffici mammiferi.

Allarme per la “salute” professionale: troppa specializzazione sta per uccidere la tua carriera

Tutte le conoscenze e le competenze di ogni specialista professionale stanno per essere sostituita dalla prossima cosa nuova. E la durata della vita di conoscenze e competenze corrente sarà sempre più breve. Non è più sicuro fare affidamento su conoscenze ed esperienze passate. Devi imparare qualcosa di nuovo per sopravvivere.

In passato era importante sapere molto. Ora è importante adeguare costantemente le proprie competenze e imparare in fretta.

Quando fai affidamento solo sulla tua conoscenza passata ti troverai (più velocemente di quanto pensi) obsoleto per il tuo settore. Apprendimento costante sarà il mantra per il futuro, assicurati che la tua specializzazione si rinnovi frequentemente.

Fai spesso il check-up al tuo bagaglio di competenze

Quando lavori in qualità di specialista puoi fare una breve check-up per vedere se sei affetto da Super Specializzazione. Prova a rispondere alle seguenti domande per verificare la tua situazione attuale:

  1. Hai iniziato la tua carriera più di tre anni fa con un nuovo e moderno profilo professionale e stai ancora lavorando in questo campo?
  2. Sei l’unica persona che sa come risolvere un problema specifico con il sistema attuale o il processo?
  3. La vostra squadra si sta lentamente restringendo?
  4. La tua azienda o il tuo reparto utilizza lo stesso processo o gli stessi metodi come 2 anni fa?
  5. Il vostro lavoro è costituito da piccole modifiche e piccoli miglioramenti di un sistema o di un processo già esistente?
  6. Sei a conoscenza di nuove tecnologie, ma li valuti come meno adatti per fare il tuo lavoro attuale?
  7. Il tuo team di gestione spesso raffigura le nuove tecnologie come “gonfiate” e “sovrastimate”?

Se rispondi ad almeno 3 di queste domande con un SI sei nella zona a rischio. Considerati come una persona che soffre di Super Specializzazione e preparati mentalmente per il momento nel quale il tuo attuale lavoro e la competenza conquistata viene improvvisamente a sparire.

Il modo migliore per evitare questo è di imparare nuove abilità. Attivamente impara cose nuove e confrontati con il tuo responsabile su questa situazione. Imparare cose nuove richiederà un investimento da parte tua (e della tua organizzazione).

Piccola nota per i lavoratori “senior”

Se hai 55 o più anni e pensi che queste considerazioni non si applichino alla tua situazione perché puoi “aspettare che passi” ti sbagli ! Se sei in questo gruppo di persone il rischio Super Specializzazione è ancora più alto. Il tuo lavoro attuale cambierà completamente entro i prossimi 3 anni e non essere sicuro di raggiungere la pensione con le cose che conosci oggi.

Consigli:
Cambia il tuo atteggiamento verso l’apprendimento

Dai volentieri il benvenuto al cambiamento e prendi consapevolezza di cose nuove. Studiale, provale, anche quando non le capisci al primo momento. La tua capacità di assorbire nuove conoscenze sta diventando molto più importante di rimanere con le informazioni che hai raccolto in passato. Allena le tue abilità di apprendimento dal momento che è evidente che si dovrà imparare qualcosa di nuovo domani. E sii pronto a imparare di nuovo la tua professione nei prossimi 3 anni. Sei stato avvertito!

Robbrecht van Amerongen è Business Innovation Manager di AMIS. Trovate l’articolo originale qui

3 anni ago